Torna al forum!
In viaggio - Versione stampabile

+- Blood Memories Forum (http://www.bloodmemories.it/forum)
+-- Forum: Forum Tematici (http://www.bloodmemories.it/forum/forumdisplay.php?fid=15)
+--- Forum: Le Isole Esterne (http://www.bloodmemories.it/forum/forumdisplay.php?fid=16)
+--- Discussione: In viaggio (/showthread.php?tid=453)


In viaggio - Tintaglia - 07-04-2010

L'altro giorno, con Icefyre abbiamo stabilito una sorta di classificazione di romanzi, dal livello più basso di coinvolgimento a quello più basso:

1) Ho smesso coi sonniferi, questo funziona meglio;
2) Ho passato qualche ora piacevole;
3) Davvero interessante, non vedevo l'ora di riprenderlo in mano;
4) [cartello sulla porta di casa; risposta automatica nell'email; messaggio in segreteria telefonica] "Mi sono momentaneamente trasferito. Ripassate più tardi". Solo che ti sei trasferito nel mondo del romanzo che leggi, perchè ne sei completamente, totalmente assorbito, e l'ambientazione salta davanti agli occhi.

Io, per iniziare, sono stata a Thornfield, nella campagna inglese (Jane Eyre); nella Parigi del 1600, scalandone tutti i gradini sociali. sono partita dalla Corte dei Miracoli e sono arrivata a Versailles, passando per i corridoi del Louvre e il Marais (Angelica di Anneserge Golon); sono stata a lezione di magia nei corridoi di Hogwarts (J.K.Rowling); nei Rain Wilds, e a Bingtown, e a bordo di navi viventi la cui polena mi parlava (Robin Hobb).

E voi, dove avete viaggiato?


RE: In viaggio - Umbra - 07-04-2010

Che bel pensiero hai avuto, Tintaglia, ad aprire questa discussione! Occhiolino

Io ho viaggiato spesso, la fase 4 la conosco molto bene anche se giunge raramente. Sono stato anche io perduto ad Hogwarts (Rowling), ho vagato per la Terra-di-mezzo (Tolkien), cavalcato lungo le pianure del Callahorn (Brooks), passeggiato per il foro della Roma di Cesare (Harris)...

Sono stato anche in molti altri luoghi, ma volete una confidenza forse un po' triste? Lasciare quelli che ho citato mi distrugge, mi fa male... Finisco il libro, mi guardo intorno, capisco dove sono e sento una malinconia profonda ed acuta - il sintomo della bellezza più sublime, almeno per me. Finiti questi libri, almeno al momento in cui li ho letti, tutto mi è sembrato (e mi sembra) grigio e privo di senso, il mio mondo mi sembra... un libro noioso e il libro un mondo fantastico.


marco


RE: In viaggio - Tintaglia - 08-04-2010

(07-04-2010, 21:25)Umbra Ha scritto:  Sono stato anche in molti altri luoghi, ma volete una confidenza forse un po' triste? Lasciare quelli che ho citato mi distrugge, mi fa male... Finisco il libro, mi guardo intorno, capisco dove sono e sento una malinconia profonda ed acuta - il sintomo della bellezza più sublime, almeno per me. Finiti questi libri, almeno al momento in cui li ho letti, tutto mi è sembrato (e mi sembra) grigio e privo di senso, il mio mondo mi sembra... un libro noioso e il libro un mondo fantastico.

Come ti capisco. Io arrivo a razionare i capitoli o le pagine dei libri che amo, per non venir esiliata troppo presto...

Io sono stata a Fantasia, tra deserti dalle dune multicolori e boschi che si illuminano la notte: una torre d'avorio spiccava in lontananza (Ende);
sono stata in una Roma inquieta, i cui cieli sono solcati da bambini volanti e galeoni si annidano nei giardini (Pan, di Francesco Dimitri);
sono stata in un sobborgo svedese, e ho sbirciato un ragazzino biondo accoltellare gli alberi, e una ragazzina dagli occhi fondi e dallo strano odore rivolgergli la parola (Lasciami entrare, di Lindqvist).


RE: In viaggio - Wintrow - 08-04-2010

Bel topic! Yeah

Io ho cominciato il mio viaggio nelle affascinanti Quattro Terre e (spoiler sulla trilogia de Il Druido Supremo)...
Spoiler [leggi]

...(Terry Brooks), ho visitato la Terra di Mezzo (Tolkien) e la Britannia all'epoca dei Romani (Jack Whyte). Sono stato nella Londra alternativa dell'800 (Stroud) nonchè nell'altra Londra popolata da esseri umani e dai loro daimon (Pullman). Ho viaggiato negli aridi e misteriosi paesaggi e città della Torre Nera (King). Sono stato nella Terra Nascosta (Heitz) e nel Vecchio e Nuovo Mondo (Goodkind).

Potrei citare tanti altri posti, ma la menzione ultima non può essere che per I Sei Ducati di hobbiana memoria! Occhiolino


RE: In viaggio - Ambra - 08-04-2010

(08-04-2010, 11:51)Wintrow Ha scritto:  nonchè nell'altra Londra popolata da esseri umani e dai loro daimon (Pullman)
Ma non era Oxford? ?


RE: In viaggio - Wintrow - 08-04-2010

Uh? Si c'era Oxford che ho scordato, ma non son stati anche a Londra? Unsure


RE: In viaggio - Phoenix - 08-04-2010

(08-04-2010, 10:05)Tintaglia Ha scritto:  
(07-04-2010, 21:25)Umbra Ha scritto:  Sono stato anche in molti altri luoghi, ma volete una confidenza forse un po' triste? Lasciare quelli che ho citato mi distrugge, mi fa male... Finisco il libro, mi guardo intorno, capisco dove sono e sento una malinconia profonda ed acuta - il sintomo della bellezza più sublime, almeno per me. Finiti questi libri, almeno al momento in cui li ho letti, tutto mi è sembrato (e mi sembra) grigio e privo di senso, il mio mondo mi sembra... un libro noioso e il libro un mondo fantastico.

Come ti capisco. Io arrivo a razionare i capitoli o le pagine dei libri che amo, per non venir esiliata troppo presto...

Ahimè, terminando un libro appassionante, che mi ha preso veramente nel cuore della storia, che mi ha fatto sognare, divertire, commuovere, vengo sempre avvolta da un velo di malinconia difficilmente allontanabile per giorni. Nonostante cerchi anch'io come Tintaglia di allontanare il più possibile la fine della lettura, del viaggio, immancabilmente neanche mi rendo conto del tempo che passa e arrivo all'ultima battuta troppo precocemente.

Occhiolino


RE: In viaggio - The Fool - 09-04-2010

Non sono mai stata una viaggiatrice, ma i libri mi hanno condotta in tanti, tantissimi luoghi...

Ho attraversato le miniere di Moria (Tolkien), ho cavalcato nella Francia avventurosa di Dumas, ho conosciuto il gelo di Svalbard e dell'Oltretomba (Pullman); mi sono aggirata per i corridoi di Castelcervo, ho navigato fino alle Isole dei Pirati e tremato nelle profondità ghiacciate di Aslevjal (Hobb); ho ammirato la bellezza di Mare Infinitum e Bosco Divino, sospirato fra le rovine di Keats e indagato i misteri delle tombe del tempo (Simmons); ho solcato il Mar delle Antille e viaggiato nella Malesia selvaggia (Salgari); ho visitato Arianus, Pryan, Abarrach e Chelestra, sorprendenti pianeti d'aria, fuoco, terra e acqua, e conosciuto la spietata legge del Labirinto (Weis & Hickman)...

... e un giorno di tanto tempo fa ho percorso un sentiero di mattoni gialli che mi ha condotto a una città di smeraldo (Baum). Quello è stato, a tutt'oggi, il viaggio più entusiasmante di tutti. ^^


RE: In viaggio - Wintrow - 09-04-2010

(09-04-2010, 00:21)The Fool Ha scritto:  ... e un giorno di tanto tempo fa ho percorso un sentiero di mattoni gialli che mi ha condotto a una città di smeraldo (Baum). Quello è stato, a tutt'oggi, il viaggio più entusiasmante di tutti. ^^

Accidenti, ti quoto persino i simboli di punteggiatura! "Il Mago di Oz" fu veramente una lettura straordinaria! Sono così affezionato a quel libro che ancora oggi risiede nella mensola insieme ai vari Brooks, Hobb e Tolkien!

Inchin


RE: In viaggio - Tintaglia - 09-04-2010

Io sono stata a Fantasia, tra deserti dalle dune multicolori e boschi che si illuminano la notte: una torre d'avorio spiccava in lontananza (Ende);
ho cavalcato con i Mercenari del Capitano per le pianure e le montagne di Daligar, e mi sono specchiata negli stagni che circondano Varil, la Città-Airone (Silvana de Mari);
ho visto Minas Tirith all'alba, e mi sono arrampicata sul Monte Fato;
sono stata a Calcutta, e ho sognato che un fungo atomico si levasse sulla città di Kali (Simmons).