menu_rosa
Readergirlz - Nov.08
Robin Hobb, l’autrice fantasy, sceglie di sposare un assassino professionista!

Lorie Ann Grover e Dia Calhoun, di readergirlz.com, hanno pranzato con Robin Hobb, acclamata autrice fantasy. Robin ha gentilmente concesso un’intervista. Dia Calhoun, in quanto scrittrice fantasy, ha pensato a tutte le domande che avrebbe voluto sentirsi porre — e che nessuno le ha mai fatto — e le ha poste a Robin.


Quale dei poteri magici che hai descritto nelle tue storie fantasy vorresti possedere e perché?

Oh, di sicuro vorrei avere lo Spirito! Sono stata sempre molto vicina ai miei fedeli compagni animali. Parlo molto con loro e sono sempre stata convinta di riuscire a comprendere gran parte di ciò che cercano di comunicarmi. E di insegnarmi. Quindi apprezzerei davvero l’opportunità di conversare con loro nel dettaglio.



In quale dei tuoi mondi fantasy preferiresti vivere e perché?

Vorrei vivere a Castelcervo, negli anni della giovinezza di Fitz. Amerei la natura selvaggia tutt’intorno e la vivacità tipica delle città portuali. Ma se avessi la possibilità di partire per un mese di shopping, allora vorrei andare a Borgomago. I meravigliosi oggetti in vendita nelle botteghe sono tutte cose che mi piacerebbe possedere. Campane a vento che suonano senza sosta melodie sempre nuove. Gemme preziose che emanano profumo. Una scatola che ti permette di condividere un sogno con il tuo amato. Dopotutto, se riesci a immaginare una cosa, è probabile che tu possa trovarla in vendita a Borgomago.



Quale dei tuoi personaggi vorresti avere come migliore amico e perché?

Sceglierei Occhi-di-notte, il lupo. Specialmente dopo che la prima domanda di questa intervista mi ha concesso lo Spirito. Mi sono sempre trovata molto più a mio agio con gli animali che con le persone! Ho sempre amato il modo in cui gli animali sanno vivere nel presente senza preoccuparsi di continuo di quel che è stato ieri o di quel che sarà domani. Penso sia per questo che è così riposante stare insieme a loro.



Quale dei tuoi personaggi sposeresti (supponiamo che tu debba sceglierne uno!) e perché?

Questa sì che è una domanda difficile! Per me il matrimonio è per sempre. Ci vuole qualcuno serio e razionale, anche se devo ammettere che quand’ero giovane e sconsiderata mi sentivo attratta dai ragazzacci. Alla mia età sarei troppo vecchia per i miei protagonisti belli e audaci. Penso che dovrei mettermi insieme a Umbra e cercare di cambiarlo! Gli assassini professionisti non sono corretti né affidabili, forse, ma almeno non resteremmo mai senza argomenti di conversazione interessanti. E credo che i nostri stili nelle faccende domestiche si coniugherebbero piuttosto bene.



Se dovessi portare nel nostro mondo uno dei tuoi personaggi, quale sceglieresti e perché? Dove lo/la porteresti prima?

Penso che sceglierei Pazienza perché, con la sua insaziabile curiosità e la volontà di sperimentare nuove cose, sarebbe la più adattabile. Come prima cosa, la porterei a vedere i giardini giapponesi a Point Defiance. Credo che ne sarebbe incantata e affascinata. Naturalmente, se la portassi al museo del vetro qui a Tacoma, vorrebbe subito essere coinvolta. Ecco perché sarebbe così divertente portarla nel nostro mondo. Vorrebbe cimentarsi subito con tutto.


Grazie per la divertente intervista, Robin!


Readergirlz | Robin Hobb “chooses” a Professional Assassin to “marry!” - 19.11.2008
traduzione di Occhi-di-notte
Joomla templates by a4joomla